‘Intrecci del sogno’ di Saverio Tesolato – recensione

I sogni… non è raro chiedersi di che sostanza siano fatti i nostri sogni… alcuni hanno il potere di tenerci svegli la notte, mentre altri ci cullano in una bolla di sicurezza che ci fa dormire pesantemente fino al mattino. Vi siete mai fermati ad analizzarli? A cercare di ricordare quanti più dettagli possibili? A dare loro un significato? A raccontarli?

Il libro di cui voglio parlarvi oggi è un insieme di tutto questo e molto di più…

 

Caratteristiche del libro.

 

Titolo: Intrecci del sogno

Autore: Saverio Tesolato

Caratteristiche: cartaceo – digitale- 84 pp.

Trama: Racconti di sogni. L’autore cerca, grazie ad una sorta di dettagliata analisi a ritroso nella memoria – a tratti anche dolorosa – di ricostruire, sotto forma di racconti, quell’insieme di varie immagini consequenziali e talvolta allucinate che il cervello aveva deciso di conservare al termine dell’attività onirica: due sono i sogni così narrati, capaci di scavare nel profondo di una psiche forse disturbata, ma anche complessa e in grado di elaborare immagini per le quali non esistono interpretazioni scontate. Le narrazioni sono arricchite da alcune opere grafiche, create ad hoc con l’intento di fornire una rappresentazione interiore, oltre che “concreta”, di alcuni momenti e visioni cruciali presenti all’interno dei sogni.

 

 

Recensione Tanosa.

Intrecci del sogno‘ fa parte, ve lo devo assolutamente dire prima di entrare nella recensione, di un progetto più ampio dell’autore: Autunna et sa Rose, dove Saverio Tesolato dà sfogo a tutta la sua creatività. Fateci un salto eh!

 

? Entriamo nella trama.

In realtà questo è uno dei pochi casi in cui mi sono imbattuta dove una vera e proprio trama non c’è. L’autore, qui, cerca di fare un viaggio, un itinerario in cui siamo invitati, a ritroso nella propria memoria per cogliere quei particolari dei suoi sogni che lo aiuteranno – si spera – a decifrarli. Per dargli un seignificato, capire cosa si nasconde dietro la loro fragilità, incostanza, flessibilità nell’esservi e poi scomparire.

Non è una lettura per tutti, questo quello che ho pensato leggendolo, perché è un entrare intimo e profondo dentro l’anima dell’autore. Il quale si è documentato, come si può leggere nell’introduzione e tutto è fondato su un suo preciso accostamento di ciò che ha vissuto nei sogni e l’interpretazione che questo può avere.

Sono certa che Saverio abbia avuto del coraggio sia nel raccogliere certi elementi e quindi fare questo lavoro così profondo su se stesso, ma anche nel pubblicarlo.

La raccolta onirica – come viene definita dallo stesso autore – è decorata con illustrazioni che rendono un effetto visivo a ciò che si legge nelle varie pagine.

Alcune delle immagini scelte sono fantastiche, come questa qui a lato.

 

 

 

 

 

 

 

? Le faccine delle emozioni.

Come potete vedere sto scrivendo qui direttamente delle faccine delle emozioni, senza soffermarmi su descrizioni e personaggi. Ho fatto questa scelta perché sulle descrizioni non devo aggiungere nient’altro che non abbia già detto nella parte antecedente a questo commento: è un insieme di sogni, di interpretazioni, direttamente uscite dall’inconscio dell’autore. I personaggi, quindi, sono lui e ciò che ha dentro, dunque non penso sia necessario dire altro.

Come potete vedere le faccine sono due sorprese e una perplessa. Ho inserito il primo tipo perché durante la lettura sono stata sbalordita dalle informazioni raccolte dall’autore per scrivere questa sua raccolta e, come dicevo sopra, dal coraggio di pubblicare un qualcosa di così intimo. E, per concludere, mi sono sentita un po’ confusa perché – nonostante l’autore spiegasse ciò che stava avvenendo al lettore – comunque sia questi non sono i miei sogni, ma sono cose personali e credo che nel raccontarle a chi ne è totalmente estraneo qualcosa si possa perdere.

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate?

 

 

 

 

Precedente Vi presento 'Buon pranzo, buona domenica' - Blog tour Successivo Ecco a voi il nuovo viaggio della SEA WITCH di Helen Hollick - intervista

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.