‘Il conffine dell’amore’ di Carmen Weiz – recensione

Vi ho già parlato di Carmen Weiz e dei suoi lavori – qui il sito – e di come ami collaborare con lei alla creazione dei suoi libro, perciò ora vi presento ‘Il confine dell’amore‘.

 

Autrice: Carmen Weiz
Genere: romance / thriller
Casa editrice: Quest
Formati: cartaceo – digitale
Pagine: 365

Trama: 

Vi conoscete fin da piccole, siete cresciute insieme, diventando inseparabili.
Hai donato a lei un pezzetto del tuo cuore, pensavi di conoscerla, di conoscere tutto su di lei, come lei sicuramente conosceva tutto di te.

La tua migliore amica…
Quanto potresti esserti sbagliata?

Quando tutti i segreti verranno a galla, mostrando di chi ti sei fidata, ti accorgerai di quanto le hai creduto rendendoti completamente indifesa.

Come in un caleidoscopio di vita, Carmen Weiz ci racconta una storia sul potere dell’amicizia, del primo amore e su coloro che il destino ha scelto per essere i custodi dei nostri primi segreti.
Racconta di come il nostro cuore possa vagare per strade misteriose e che a volte, le cose migliori accadono proprio quando pensiamo che tutto sia stato perduto…
E sulle conseguenze che dobbiamo affrontare da adulti quando scopriamo di esserci fidati della persona sbagliata.

“Il karma disse: ti innamorerai di qualcuno che non ti amerà, per non aver amato qualcuno che ti amava.”

Recensione tanosa

‘Il confine dell’amore’ è nato come spin off del primo libro di Carmen Weiz, La ragazza nel bosco, ma sono certa che può essere considerato come un libro a parte, leggibile senza problemi anche senza aver letto il primo. È la storia di Mia, la figlia di Thomas, e del suo pagaiare frenetico in questo mondo. Da infermiera che è, curare le ferite e far rimarginare le cicatrici dovrebbe essere un gioco da ragazzi, ma la cosa è ben diversa quando a sanguinare sono le ustioni che ci portiamo dentro, dal passato al nostro incandescente presente.

Mia si troverà schiaffeggiata da questo passato che torna a galla, senza darle modo di respirare. Insieme a lei, in prima persona, rivivremo ciò che l’ha fatta soffrire così tanto e, in un certo senso, essere la donna forte e intraprendente che è diventata. I flashback saranno un modo per conoscerla davvero. 

 

Nel libro si incontrano quei personaggi tanto amati ne ‘La ragazza nel bosco’ – e posso dirvi da fan che è stato bellissimo rivederli – e conoscerne di nuovi. Mia è un personaggio forte, con la testa alta, sa ciò che vuole, anche quando è consapevole che, forse, non potrà raggiungerlo. Nel suo passato c’è una voragine: un pugnale non avrebbe potuto scalfirla di più. Come si evince dalla trama, un’amicizia profonda, così tanto da dirsi migliori amiche, può toglierti tutto? Può un singolo istante cambiare ogni cosa?

Immergendoci in ‘Il confine dell’amore’ troveremo la risposta a questo e a molto altro, piangendo e ridendo con Mia, consigliandole dolci parole d’amore con Anna e proteggendola, forse un po’ troppo, con le maniera da ‘poliziotto’ che ha nel sangue Thomas. Un percorso ideato tra le bellezze della Svizzera e della Foresta Nera in Germania… dove il pennello di un pittore ha creato la perfezione.

 

 

Precedente 'Lo spirito delle idee' di Jessica Rigoli - recensione Successivo Uscite Dri Editore - #3parte

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.