‘Fairy Oak – vol 1’ di Elisabetta Gnone – recensione

Libromani tanosi, lettori e amanti del fantasy,
sto per parlarvi di una saga che mi ha conquistato e fatto tornare bambina più e più volte durante il mio immergermi nelle sue pagine!

Più precisamente oggi vi parlerò del primo volume di ‘Fairy Oak’ perchè il corriere deve portarmi gli altri volumi, ma sono già certa che con delle premesse così succulente mi innamorerò di ogni parola 😍.

Pronti?
Ecco le caratteristiche del vol. 1!

 

 

Titolo: ‘Fairy Oak – vol. 1’

Autrice: Elisabetta Gnone

Editore: Salani (le mie versioni)

Genere: fantasy

Caratteristiche: copertina rigida e flessibile – 280 pp.

Trama: Fairy Oak è un villaggio magico e antico nascosto fra le pieghe di un tempo immortale. A volerlo cercare, bisognerebbe viaggiare fra gli altopiani scozzesi e le brughiere normanne, nelle valli fiorite della Bretagna, tra i verdi prati irlandesi e le baie dell’oceano. Il villaggio è abitato da creature magiche e uomini senza poteri, ma è difficile distinguere gli uni dagli altri, poiché maghi, streghe e cittadini comuni abitano le case di pietra da tanto di quel tempo che ormai nessuno fa più caso alle reciproche stranezze e tutti si somigliano un po’. A parte le fate, che sono molto piccole, luminose e… volano. Questa storia è raccontata da una di loro e narra l’avventura straordinaria di due sorelle gemelle, Vaniglia e Pervinca… Età di lettura: da 10 anni.

 

Recensione Tanosa.

 

📕 Entriamo nella trama.

La storia di ‘Fairy Oak’ viene narrata da Felì, la fata – tata che si prende cura, fin dalla loro nascita, di Vaniglia e Pervinca, le due gemelle protagoniste di questa saga. Sono le figlie di mamma Dalia e papà Cicero e le nipotine della Streghe della Luce zia Tomelilla. Dunque, avendo una strega come zia, avranno poteri magici anche loro o saranno delle ‘semplici’ bambine senza magia?

Nei primi capitoli del primo volume, mentre i vari personaggi ci vengono presentati e il villaggio inizia a prendere forma intorno alla Grance Quercia che è situata al suo centro, Babù e Vi dovranno capire chi sono e, sopratutto, come sono.

I colpi di scena, in questa storia, certo non mancano: abbiamo un nemico che torna ciclicamente per interrompere la pace di Fairy Oak, chiamato Il Terribile 21, e avvenimenti che forse mai sono capitati nel villaggio legato proprio al tipo di strega che le due gemelle scopriranno di essere…

Attraverso gli occhi di Felì vediamo srotolarsi sia la vita che i personaggi della storia tra momenti salienti ed altri davvero pericolosi, corse da battucuore, bacchette, trasformazioni, rapimenti e posti interdetti ai più… La mente di Elisabetta Gnone ha regalato a tutti noi una storia con fiocchi, controfiocchi e contornata di polvere magica… Quella di Felì e delle sue amiche fate…

 

📕 Descrizione e Personaggi.

Quella che vedete qui sopra è un collage che ho creato con alcune delle copertine della saga. Difatti la Trilogia principale si divide in:

  • Il segreto delle gemelle
  • L’incanto del buio
  • Il potere della luce

E altri quattro volumi chiamati ‘I Quattro Misteri’ contenenti:

  • Capitan Grisam e l’amore
  • Gli incantevoli giorni di Shirley
  • Flox sorride in autunno
  • Addio Fairy Oak

 

Come vi dicevo, ho avuto la fortuna di immergermi nel primo volume, quindi, ‘Il segreto delle gemelle’ e di innamorarmi di questo mondo creato da Elisabetta Gnone.

Ho amato tutti i personaggi, sono tutti ben caratterizzati e con qualcosa, diciamo un carattere, che è suo soltanto. Se dovessi azzardare dei preferiti, con molta ma molta difficoltà, al momento azzarderei che l’ago della bilancia tende verso Vaniglia e Shirley. Chi è Shirley? Venite a leggerlo per scoprirlo…

Che dire delle descrizioni?

Mi verrebbe da dire che sono state a colpo d’occhio grazie alla penna dell’autrice che non solo sa scrivere ma sa anche illustrare, ci sono delle parti dentro il volume, chiamati album, che ho sfogliato e risfogliato in cui vengono raccolti i vari personaggi proprio come se fossero delle raccolte fotografiche!

📕 Le faccine delle emozioni.

Le faccine, ovviamente, sono tutte felici. Sono troppo contenta di aver iniziato questa lettura: ‘Fairy Oak’ era proprio ciò di cui avevo bisogno per continuare a credere e sperare nella magia… Magnifico!

E consigliatissimo!

 

 

Facciamo continuare la magia

#fairyoakfilm

Grazie alla pagina instagram streghedelbuioedellaluce ho scoperto dell’esistenza di una petizione volta a far diventare ‘Fairy Oak’ un film o una serie tv. Ovviamente mi sono sentita in dovere e l’ho fato con vero piacere visto quanto questo primo volume mi ha dato, mi ha regalato ed è stato per me importante.

Vuoi firmare anche tu? O condividere? O aiutarci in qualsiasi altro modo?

Clicca nell’immagine qui sotto per essere rimandato alla petizione, ci vogliono veramente pochi secondi per firmare ^-^-.

 

 

Nel profilo instagram troverete la #recensioneTLS sotto questa foto!

 

Precedente 'Le lacrime di Halley' di Maria Caparelli - recensioni Successivo 'Chiamami ancora donna' di Valentina Trenta - recensione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.