Le parole di Rosemary e Lord Brown – Voce ai personaggi

Sto per intervistare i personaggi di un altro romanzo, questa volta si tratta di un storico  con un pizzico di magia  grandi atmosfere…

Conosciamo meglio Rosemary e Lord Brown!

 

Vedo entrare Rosemary nella stanza e non posso che ammirare la bellezza dei suoi lunghi capelli biondi, quasi banchi in alcune ciocche oserei dire. La saluto e l’invito a sedersi nel salottino della mia Tana, sicuramente meno abbiente degli ambienti che lei è abituata a frequentare…

MI RIVOLGO DIRETTAMENTE A LEI.

Grazie Rosemary per aver accettato di intervenire nella mia rubrica. Non è mia intenzione mandare in un angolo l’autrice, ma è bello anche fare quattro chiacchiere con i personaggi di un romanzo. La prima domanda è libera, presentati come meglio credi.

Buongiorno a tutti! Mi chiamo Rosemary Cecilia Cavendish e sono davvero lieta di essere ospite di questo simpatico salottino. Ho diciotto anni e sono innamorata dell’amore! Cerco di vivere sempre con ottimismo e di non lasciarmi mai andare dinanzi alle varie difficoltà che la vita impone. Adoro leggere e scrivere. Infatti ho appena iniziato un romanzo, che spero possa essere pubblicato da un buon editore. Scrivere a mano non mi stanca, anzi…. Scrivere mi aiuta a viaggiare in un mondo tutto mio, dove l’amore regna incontrastato. Amo i miei genitori ed Anna, la mia cameriera personale, che considero la mia seconda mamma.

 

Sai – ovviamente le sto dando del tu dopo averlo accomodato insieme u.u – sono molto emozionata di averti qui e vorrei sentire da te come ti sei sentita quando hai scoperto che non avresti più sposato chi ti era stato indicato da tuo padre, ma bensì un freddo e ammaliante scozzese.

 

Uh! All’inizio ho provato una rabbia accecante! Mi sono sentita presa in giro! Non riuscivo proprio a capire per quale motivo mio padre avesse cambiato idea così in fretta! Ormai, mi ero abituata al pensiero di vivere il resto della mia vita con Lord Jason Scott, ragazzo dai ricci capelli rossi e comunque affascinante. Non era scoccata la scintilla tra noi due, ma sicuramente avremmo vissuto un’esistenza pacifica e agiata. Poi, però, quando ho visto Ian e ho incrociato i suoi occhi, il mio cuore ha perso un colpo e ho capito, subito, che forse poteva essere quello l’uomo che avevo sperato, da sempre, di incontrare.

 

Ti va di descriverci con tue parole – o se preferisci con pezzi presi dal testo – la bellezza delle Highlands scozzesi in cui ti sei ritrovata per tutta la seconda metà del romanzo?

 

Certo, lo faccio con vero piacere! Quando la carrozza, su cui viaggiavamo io, mamma, la mia istitutrice ed Anna, ha finalmente raggiunto le Highlands, le cui vette stavano iniziando a tingersi del verde frizzante della primavera, mi sono quasi sentita mancare. Mai, in vita mia, avevo visto spettacolo tanto magnifico e sontuoso! Le Highlands possiedono una vita loro, sembrano emanare un’energia possente e ti invitano a raggiungerle. Non dimenticherò mai quel giorno e le profonde emozioni che ho provato, per tutto il resto della mia vita.

 

Ovviamente non possiamo spoilerare ai lettori che ci seguono – #Cartivori come amo chiamarli io – il segreto di Lord Brown, ma come lo definiresti se dovessi descriverlo senza dire esattamente di cosa si tratta?

 

Lo definirei un romance dove la ricerca del vero amore è al di sopra di tutto, ricco però anche di mistero e di qualche colpo di scena.

 

Qualche giorno dopo il mio incontro con Rosemary, ho appuntamento con Lord Brown e, fatto accomodare anche lui nel mio salottino tanoso, mi accingo a porgli le mie domande.

 

Ti ringrazio per essere venuto qui, credo di potermi permettere di dar del tu anche a te dato che, prima o poi, dovrai abituarti ai cambiamenti che avverranno nella società intorno a te. Senza entrare troppo nei particolari, questo riferimento verrà capito man mano che andranno a leggere la tua storia, mi chiedevo: cosa ti ha colpito appena hai posato gli occhi su Rosemary?

 

Buona giornata. Mi ci trovo davvero molto bene in questo salottino. Colgo l’occasione per ringraziarti per la tua cortese ospitalità. Quando ho visto Rosemary per la prima volta, sono rimasto esterrefatto dal colore chiaro, quasi argentato, dei suoi magnifici capelli. Poi i miei occhi hanno vagato, avidi, sul suo corpo morbido, che avrei voluto assaporare fin da subito. Scusa se sono così sfrontato, ma Rosemary è la più bella ragazza che io abbia mai visto ed è impossibile resisterle!

 

Quali sono state le differenze che hai notato subito tra l’etichetta inglese e quella scozzese, a cui tu sei abituato?

 

Oh! Gli Inglesi sono troppo seri! Con loro è impossibile sgarrare dalla rigida etichetta. Se non bevono il tè del pomeriggio, si sentono perduti e ritengono la loro giornata rovinata. Noi scozzesi, invece, siamo più goliardici e amiamo divertirci e circondarci di amici. Abbiamo sicuramente anche noi le nostre regole e i nostri sacri valori, ma cerchiamo di non viverli in maniera così rigida e impettita, come fanno invece gli Inglesi.

 

Come descriveresti il contenuto del baule che la stessa Rosemary si trova ad aprire, guidata da un soave suono?

Quel baule racchiude una serie di ricordi importanti e di emozioni incontenibili, difficili da scordare. Ma non voglio aggiungere altro, per non fare troppe anticipazioni o, come li chiamate voi in quest’era moderna, spoiler!

 

Infine, eccoti lo spazio per una presentazione libera.

Molto bene. Mi chiamo Ian Brown e sono il Duca della Contea di Argyll, nelle selvagge Highlands. Il mio castello si trova nella cittadina di Inveraray, accanto ad uno dei laghi più belli della Scozia. Sono un uomo testardo e cocciuto, a volte scontroso, me ne rendo conto. Sono pronto a combattere senza tregua, pur di difendere le persone che amo. Sono coraggioso e permaloso, lo ammetto. Ma anche molto passionale e generoso. Amo Rosemary con tutto me stesso e ritengo Lord Jason MacDonald, che risiede ad Inverness, in assoluto il mio migliore amico.

 

 

Trama

 

Scozia, 16 aprile 1746. Battaglia di Culloden. ”
Lord Robert Brown perde la vita durante la sanguinosa battaglia avvenuta nella piana di Culloden. Quasi tutti i clan scozzesi vengono eliminati dalla supremazia della forza inglese.

Periferia di Londra, aprile 1819.
Lady Rosemary Cecilia Cavendish, figlia del Visconte di Cavendish, è promessa sposa al Marchese di Scott. Ma il destino sta per cambiare le sue carte. Durante il ballo organizzato dal padre per la “Stagione”, giunge inaspettatamente dalla Scozia Lord Ian Brown, Duca della contea di Argyll, che pretende la mano di Rosemary. Così, la ragazza parte in fretta per la cittadina di Inveraray, in Scozia, per diventare la moglie del Duca. Lord Brown è un uomo affascinante, a volte misterioso e brutale, a volte passionale. Rosemary ne è attratta e terrorizzata nello stesso tempo. Nel castello del Duca, iniziano presto ad accadere fatti inquietanti, che cambieranno per sempre la vita di Rosemary.

 

Se volete sostenere questo Blog e il suo lavoro, ora potete farlo!

Nel comprare questo romanzo cliccate su questa immagine per essere rimandati ad Amazon, ma tramite un mio link. Non spenderete nulla in più ma il Blog avrà una piccola commissione per avervi rimandato all’acquisto.

È un modo carino per sostenermi se dovete comunque sia fare un acquisto e sostenere questo Blog e il suo lavoro, ora potete farlo!

Grazie <3

 

 

Se per scegliere avete necessità di una recensione e vi fidate di me, eccola qui ^-^-

Precedente 'The slayer - i portali demoniaci' di Daniela Bellisano - Recensione Successivo 'I figli di Cardea' di Alessio del Debbio - Blog Tour

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.