Crea sito

‘La Rosa Bianca di Serpente – Destini Intrecciati’ di Greta Guerrieri – recensione

Buongiorno libromani tanosi,
per la  settima, quindi l’ultima, recensione dei sette giorni di recensione dei primi giorni dell’anno, eccomi a parlarvi di un fantasy che fa parte di una trilogia, ‘La Rosa Bianca di Serpente’!

 

Titolo: ‘La Rosa Bianca di Serpente – Destini Intrecciati’
Volume: secondo
Autrice: Greta Guerrieri
Genere: fantasy, avventura
Editore: self
Formati: cartaceo, digitale
Pagine: 210

Trama:

La strada da percorrere si apre davanti a quattro adolescenti come un serpente che si arrotola sulle sue spire… incuranti del dolore, della verità, che ogni curva nasconde in sé.

LaisWolkEtka e Jul dovranno, nonostante i dissapori nati dal loro primo incontro, celare ciò che il loro cuore porta in sé per una causa ben più grande. Il Serpente sta per risvegliarsi e attende solo un passo falso dei quattro per infilzare le sue zanne nella loro debole carne.
Wolk e Lais riusciranno a superare i rancori che li uniscono da sempre per concentrarsi sulla missione? Etka e Jul, forti ma testarde insieme, potranno mai trovare la pace nei loro dolci cuori?

Il Serpente striscia e si avvicina. Striscia e guadagna metri e metri di percorso nell’anima… e la Maledizione, tra creature mutanti, dolori rinati dal passato e la comparsa della morte oscura sul loro cammino, non farà che peggiorare la situazione già precaria del loro cammino.
La fine è mai davvero la fine?




Recensione Tanosa

Questa è la recensione del secondo volume della trilogia ‘La Rosa Bianca di Serpente’ di Greta Guerrieri, come già vi accennavo il terzo libro è già stato pubblicato in Amazon a dicembre del 2020, quindi per chi volesse già tutti e tre i romanzi, può tranquillamente trovarli lì. Qui, però, oggi mi concentrerò su ‘Destini Intrecciati’, la storia in cui i ragazzi capiranno – come noi lettori – come tutto sia unito, rigirato su se stesso, esattamente come le spire di quel serpente che Greta nomina nel titolo.

Lais e Etka, che hanno ormai imparato a conoscersi, non saranno più soli nel loro viaggio, Jul e Wolk si uniranno finalmente a loro. Come un personaggio del libro dirà: è giunta l’ora di sotterrare l’ascia di guerra perché ciò che dovranno affrontare è ben più forte di qualche litigio o cotta adolescenziale, si sta parlando del serpente che, metro dopo metro, sta strisciando nella mente di Lais, e non solo, per conquistare ogni cosa. Il potere può dare alla testa… Meglio essere guardinghi e ascoltare il vento…

Personalmente sono stata molto contenta dello spazio che Greta ha dato a Irkl, uno dei miei personaggi preferiti, perché così sono riuscita a conoscerlo meglio e soprattutto a capire il suo vero ruolo nella storia, al di là dell’essere il gemello di Jul, anche lui ha il suo tassello del puzzle da incastonare insieme agli altri. 

La trama, quindi, si srotola senza intoppi e con i pensieri dei personaggi sempre a raccontarci cosa sta accadendo, dunque sono i vari punti di vista che, oltre a narrare, fanno entrare il lettore nella mente dei personaggi. Tutto questo avviene comunque sia in terza persona. Le descrizioni sono presenti e descrivono il luogo magico e non creato da Greta. Molti perché troveranno risposte e altri sorgeranno… in attesa del terzo volume. 

Un punto che per me è di forza di Greta è il descrivere alcune scene, per esempio quelle di alcuni combattimenti, come se fossero delle clip di qualche film o, meglio ancora, di qualche anime. In questo modo l’immaginarsi i movimenti dei personaggi, ciò che provano, i moti del loro animo, viene spontaneo ed  è impreziosito dai dettagli.

 

Lo specchietto delle emozioni

Conoscendo già i personaggi grazie al primo volume, le emozioni qui sono state un po’ intensificate quando vedevo muoversi, soprattutto in situazioni di pericolo, quelli con cui avevo legato di più. La sorpresa che ho provato, invece, è riferita alla trama e ai segreti che sono venuti alla luce, momenti di vera consapevolezza perché mi hanno permesso di iniziare ad avere un bel quadro della situazione. E, ovviamente, di volerne di più! 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.