Vi presento la Collana ‘Over the rainbow’ – intervista

Buongiorno libromani tanosi,
oggi sono davvero felice di parlarvi di una nuova collana Over the rainbow’ che potrete trovare dentro la piattaforma PubMe. Ne sono entusiasta!

 

 

Intervista

 

1.Come nasce l’idea di ‘Over the Rainbow’? Quali sono i vostri obiettivi?

“Over the Rainbow” nasce grazie alla passione che noi direttori di collana, Fabio, Marianna ed Elena, abbiamo in comune: la scrittura e il mondo dell’editoria. Ci siamo conosciuti tramite una piattaforma online su cui è possibile pubblicare le proprie storie, siamo diventati amici e abbiamo aperto un profilo in cui aiutiamo gli scrittori in erba a migliorare i loro testi. Da ciò alla Collana il passo è stato relativamente breve e abbiamo deciso di catapultarci in una nuova avventura. Con questo progetto, speriamo di dare voce a scrittori emergenti e non che abbiano qualcosa da dire, vogliamo dare visibilità a storie con una trama originale ed emozionante, personaggi che sappiano coinvolgere e far rimanere incollato il lettore fino all’ultima pagina.

 

2. Siete ‘affiliati’ della piattaforma PubMe, ma come può un autore contattarvi e proporvi il suo libro?

Sul sito di PubMe c’è la sezione dedicata alla nostra Collana in cui è possibile trovare l’e-mail per l’invio del manoscritto; inoltre, sempre nello spazio dedicato a noi, ci sono tutte le informazioni e le “regole” da rispettare per gli autori.

 

3.So che avete pubblicato il primo libro della Collana, di cui parlerò prestissimo nel blog, ma dato che questo spazio è dedicato alle vostre parole, vi chiedo: come lo presentereste? Di cosa parla?

La storia di “Escape” si svolge tra le aule e i corridoi della St Patrick, la più prestigiosa accademia di Psicocinesi d’Inghilterra. È frequentata anche da Dean e Ethan, gli eredi delle famiglie appartenenti alle due casate politiche di questo tempo, la Rosa Bianca e la Rosa Rossa. Durante il quarto anno, Dean diventa un infiltrato all’interno della scuola, ma la sua missione viene messa a dura prova quando inizia ad accusare una strana stanchezza accompagnata da strani sogni, per di più si ritrova sempre tra i piedi Ethan e diciamo che non ne è particolarmente contento! Tuttavia, ciò permette loro di rispondere ad alcune domande che hanno sempre taciuto e che non hanno mai avuto il coraggio di affrontare, risposte che potrebbero cambiare il loro destino.

Quando leggi per la prima volta “Escape”, ti sembra di entrare nella stanza degli specchi al luna park: credi di vedere perfettamente la strada da seguire, chi e cosa succede attorno a te… e poi vai a sbattere contro un vetro! In questo libro ci sono enigmi, rivalità, amore e dei personaggi che agiscono seguendo il filo di Arianna sperando di uscire dal labirinto, non sapendo che invece non fanno altro che addentrarsi al suo interno. “Escape” non è un urban fantasy classico, benché si possano notare elementi tipici di questo genere. Dean è l’antieroe per eccellenza, incarna l’essenza di un animo per natura fragile, costretto dalle necessità a irrobustirsi fino a divenire indistruttibile; Ethan invece è il migliore amico che tutti noi vorremmo avere, ma nasconde a chiunque i suoi segreti più intimi, soprattutto uno…

 

4.Le tematiche LGBT+ sono al centro delle storie, le quali possono però variare dal thriller al fantasy, dallo storico al giallo… secondo voi il mondo di lettori che c’è là fuori è pronto a questo?

Sembrerà strano, soprattutto a causa della società odierna, ma tematiche LGBTQ+ nei romanzi o nelle poesie ci sono sempre state nell’antichità e sono sempre state presenti fino ai giorni nostri, anche se in quantità inferiore. In ogni caso, riteniamo che leggere più romanzi LGBT potrà far comprendere che non c’è nulla di “diverso” e, infatti, non solo il mondo di lettori è pronto, ma è già catapultato in questo genere di libri.

 

5.A quando la prossima uscita? Avete delle novità in serbo per noi?

A quando ancora non lo sappiamo, stiamo lavorando sulla prossima uscita, ma di più non possiamo svelare… Siamo sicuri però che ci saranno belle novità.

 

6.E, infine, ditemi, anzi diteci dove possiamo seguirvi e ‘stalkerare’ la vostra attività?

Siamo molto attivi su Facebook (Over the Rainbow – Collana Editoriale) su cui condividiamo tramite la nostra pagina tutte le novità editoriali e non solo, e abbiamo un account Instagram (@collanaovertherainbow).

Precedente 'Amore ti uccido perché ti amo' di Guido Burgio - segnalazione Successivo 'Lalla Atanasoff' di Raffaele Colelli - segnalazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.