‘Sword Princess Amaltea’ di Natalia Batista – Recensione

Quello che adoro delle fiere di libri a cui riesco ad andare è il bottino che porto a casa con me 🤩. E in uno di questi splendidi raduni di libri ho conosciuto ‘Sword Princess Amaltea‘ di Natalia Batista pubblicato dalla casa editrice Kasaobake.

 

 

I gadget che vedete nella foto insieme al manga sono stati creati da una ragazza fantastica che ho conosciuto in instagram, la trovate al nome @_inthebookswefindus_. Ho deciso di associare i suoi gadget al manga perché nella storia (come vedrete poi nella recensione) Amaltea è una principessa dalla forte personalità e le donne hanno un ruolo fondamentale nel suo mondo: è un universo sotto sopra in cui con ironia si parla di come sarebbe stata la situazione medievale se fossero state le donne al comando!

 

Titolo: ‘Sword Princess Amaltea’

Autore: Natalia Batista

Genere: fantasy

Casa editrice: Kasaobake

Trama: In un mondo dominato dal matriarcato, la Principessa Amaltea, secondogenita di una grande sovrana, deve trovare il proprio posto. Sarà, infatti, sua sorella maggiore a ereditare il trono, e ad Amaltea spetta una vita priva di qualsivoglia diritto… questo, a meno di non ereditare un regno a propria volta. Non quello della madre, ma un altro… uno qualsiasi. Esiste un’antica tradizione, secondo la quale una Principessa senza diritti di successione può intraprendere una missione, che consiste nel salvare un giovane Principe in difficoltà, sposarlo, e così ereditare il regno di sua madre. Sembra perfetto per Amaltea… peccato che lei non abbia la minima intenzione di salvare un Principe a caso e sposarlo! Ma le tradizioni vanno onorate, così la giovane Principessa accetta a malincuore la missione… ed è così che incontra il viziato Principe Ossian, un “bottino” che, però, è ambito anche da altre donne…

 

 

Recensione Tanosa:

 

Sono rimasta colpita dalla fantasia di Natalia Batista, un mondo in cui le donne sono al comando e, quindi, tutto il resto si srotola partendo da questo gomitolo: l’eredità al trono, il matrimonio, il dover andare a salvare un principe in pericolo per dimostrare il proprio valore e diventare così l’erede del suo trono… Dai, è fantastico!

Era da tanto che cercavo una storia così e ora l’ho trovata sotto forma di manga 🤩🤩.

Vi riporto alcune righe della presentazione che la stessa casa editrice Kasaobake ha pubblicato nella pagina dedicata al manga:

 

Un mondo al contrario – in cui i ruoli dei due generi sono completamente capovolti – è l’originale cornice fantasy in cui la fumettista svedese Natalia Batista ha deciso di ambientare la sua storia. L’intento dell’autrice è chiaro: creare un manga in cui anche le donne possano avere parti da eroine, e ove le lettrici a cui piacciono le storie d’azione possano immedesimarsi. Al contempo, Natalia vuole far capire al mondo quanto le storie fantasy classiche siano prettamente maschiliste, e a volte, per far passare un messaggio, bisogna stravolgere tutto. Nel mondo di Sword Princess Amaltea, infatti, non solo le donne sono il genere dominante, ma gli uomini sono sottoposti ad esse, venendo spesso trattati come semplici oggetti.

 

📕 Descrizione e Personaggi.

 

Qui di fianco una tavola del manga, così potrete voi stessi vedere alcune caratteristiche che a me sono piaciute davvero tanto.

Una tra questi il tratto dei personaggi, sono diversi e dettagliati a seconda che si tratti della principessa o del principe: più delicati per lui e più decisi per lei.

Il tutto è ovviamente centrifugato con le caratteristiche emozionali e caratteriali di Amanta e il bel principe.

Piatto forte della narrazione è la grande ironia dell’autrice, la storia non è mai noiosa e alla comicità di diverse situazioni è associata una morale che viene alternata a scene comiche e portate persino all’estremo.

Una sorpresa dietro l’altra, questo manga!

 

📕 Le faccine delle emozioni.

Le faccine sono tutte positive, ho divorato la storia di Amaltea: troppo curiosa di vedere cosa l’autrice avesse in serbo per noi. È una genialità e ne consiglio la lettura a tutti gli amanti del genere 🤭.

Vi ripropongo la copertina con dentro il link di acquisto 🧐.

 

 

 

Precedente 'Blake. Il divenire degli Dei' di Simone Alessi - recensione Successivo 'Aganta. Racconti di uno spirito greco' di Spyridon Trousas - recensione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.