‘Mr.Poog’ di Antonio Nunziante – recensione

“Cosa fa? Perché fa tanta paura?”
“Lui ride…”

 

Cos’è che vi fa davvero paura? Che non vi permette di dormire, di sognare o di stare con gli occhi semplicemente chiusi? Riflettete per un secondo e poi lasciatevi trasportare dal racconto di Antonio Nunziante, in arte il_dottor_notte.

Me ne stavo tranquilla a leggerlo anche io… quando ho commesso un grande errore… ho appoggiato per un attimo la testa per riposare… e ho sentito la sua… RISATA!

 

 

 

Recensione Tanosa

 

Mr.Poog è un racconto che sta anticipando una ben più grande raccolta di Antonio Nunziante, Freaks. Quest’ultima avrà presto vita – spero 😛 – e so già che sarà terrificante!

Ma chi è Mr.Poog?

In realtà mi trovo in difficoltà a definirlo, parole come mostro e incubo non sembrano abbastanza per descrivere ciò che è e quel che spinge a fare a coloro a cui decide di far visita. Lo sa bene Dusty, anche se dubito possa essere in grado di testmoniarlo qui. Lui è il vero protagonista del racconto e subisce ogni angheria che Mr.Poog decide di fargli provare…

Dusty ha bisogno di dormire, riposare anche per un secondo, ma Mr.Poog si presenta a torturalo ogni volta che lui prova anche solo a socchiudere le palpebre. Gli essere umani hanno bisogno di ricaricarsi per essere lucidi, pensare e muoversi. Dusty è costretto a racimolare ogni energia che ha nel corpo e Mr.Poog è sempre un passo davanti a lui… irritante come pochi e con quella risata che gli fa accaponare la pelle…

Antonio Nunziante ci porta dentro la mente di Dusty con un teletrasporto collegato direttamente alle sue parole e descrizioni. Tutto è crudo, non ci sono mezzi termini, ciò che si legge è ciò che accade.

 

Leggendo mi sono trovata a pensare diverse volte che Mr.Poog è una specie – parlo per me – di traslazione dell’insonnia che può colpire qualsiasi ignaro dormiente. Non dormendo la mente smette di pensare lucidamente, e se dietro a tutto questo ci fosse Mr.Poog? E se fosse lui che si ricarica così?

Noi non dormiamo e lui, invece, continua a crescere a dismisura… Lui e la sua strana valigietta…

 

 

Titolo: ‘Mr.Poog’

Autore: Antonio Nunziante

Caratteristiche: digitale – 65 p.

Trama:

“Cosa fa? Perché fa tanta paura?”
“Lui ride…”

Mr.Poog non fa altro. Ride e poco più… eppure sono giorni che Dusty, lo scaricatore di frattaglie, il signor nessuno per eccellenza, non riesce a toccare il letto senza provare un brivido di terrore. Mr.Poog è sempre lì ad aspettarlo dall’altra parte dei sogni, non appena le palpebre si chiudono, pronto a ridere di lui. Ridere di Dusty non è difficile, ogni persona del mondo potrebbe farlo, se solo fosse possibile accorgersi che esiste. Tutto ciò che la gente registra al suo passaggio è l’odore dello scaricatore di frattaglie: carne putrefatta, marciume, sangue secco. Un fremito di disgusto ed ecco la magia… Dusty è sparito dalla mente di ogni persona del mondo, e l’unico essere capace di ricordarlo e colui che gli sta rovinando prima il sonno, poi la vita, e ben presto quella di chiunque incroci il cammino del signor nessuno. 

Precedente Intervista all'autrice Gabriella Raimondi Successivo Le ultime uscite (fantastiche) della Queen Edizioni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.