Intervista a un personaggio misterioso di ‘Hold me’ di Stefania Fiorino

Buongiorno libromani tanosi,
che ne dite di fare un gioco? Niente di pericoloso, lo prometto, ma di divertente e in grado di mettervi in allegria. Ho intervistato un personaggio del romanzo ‘Hold me’ di Stefania Fiorino, ma non vi dirò chi è. Sarete voi a dover indovinare, perciò occhio alle storie in instagram!

 

Intervista

Ho sempre trovato questo parco davvero bellissimo, dalla panchina in cui Alison e Camille si fermavano a leggere le scritte incise da chissà quali innamorati, alla fontana che spicca per colori e fascino. Mi siedo proprio di fronte ad essa, mentre aspetto il personaggio misterioso che oggi mi ha concesso un’intervista. Mi dispiace per voi libromani tanosi, ma oggi con le descrizioni sarò carente perché con l’autrice – Stefania Fiorino – siamo rimaste d’accordo di giocare un po’ con voi. Dovrete indovinare, tramite le sue risposte, di chi stiamo parlando. Ciò che posso dirvi è che sta arrivando, è un ragazzo e farebbe, se non lo ha già fatto, battere il cuore a molti di voi!

Eccolo seduto accanto a me.

«Ciao misterioso personaggio, grazie per essersi sottoposto a questo giochetto che mi è venuto in mente per i miei libromani tanosi! Senti, iniziamo subito, voglio chiederti, hai un colore preferito? Perché proprio questo?»

«Ciao Giulia! Nessun problema, sono sempre disponibile per parlare di me, ormai lo sai!

Mi hai fatto proprio una bella domanda! Da piccolo amavo moltissimo il verde, ho persino pensato una volta di tingermi i capelli di quel colore, ma poi ho rinunciato! Oggi senz’altro è il giallo! Spiegarti il perché sarebbe un po’ complicato. Diciamo che è legato a una questione che ho in sospeso, una sorta di obbiettivo che a volte sembra così vicino da poterlo afferrare ma da cui mi allontano per paura. È difficile ottenere ciò che vuoi quando il tuo obbiettivo è una persona in carne e ossa e soprattutto molto testarda e dispettosa!»

 

E già qui, con queste parole così sincere, mi immagino già i lettori far mille congetture. Lui se la ride, vuole forse rendere difficile il vostro compito, ma se lo vedeste gli perdonereste tutto per quelle fossette che gli si formano ai lati della bocca mentre continua a sorridere.

«E, ora, entrando più nel dettaglio: cosa pensi dell’amore? E della lontananza in un rapporto amoroso?»

«L’amore… penso di aver fatto qualche tema a scuola da bambino su questo sentimento mostruoso! Credo che sia molto pericoloso.

È come avere tra le mani un pacco di biscotti, precisamente quelli del tuo gusto preferito, (nel mio caso sono quelli con gli Smarties e le gocce di cioccolato) e hai paura di aprire la confezione, perché una volta mangiati non ce ne saranno più. Ecco io vedo così l’amore, un dolce che una volta consumato ti rende triste, perché prima o poi è destinato a finire, no?

Per quanto riguarda la lontananza, beh… a me sta benissimo! Le donne a volte sono fastidiose, tacchi, borsette, trucchi, tutta roba inutile, ma che per loro sembra essere una ragione di vita. Soltanto una donna è capace di rendermi difficile lo starle lontano, me lei è quel biscotto unico, quello che se viene mangiato non lo potrai mai più replicare, per cui mi sforzo di resistere alla tentazione e gustarne il profumo.»

 

Quella ragazza di cui sta parlando – eh già altro indizio per voi – sarà molto fortunata, non credete?

 

 

«‘Hold me’ è il romanzo di Stefania Fiorino di cui fai parte, sei rimasto soddisfatto di ciò che è accaduto nella storia?»

«Stefania è il mio capo, per cui dovrò rispondere “ovviamente sì!”. Ma detto tra noi non sempre mi ha reso la vita facile, sai bene di cosa parlo perché tu hai letto il romanzo! Le piace creare delle situazioni intense, ma che si ripercuotono su di noi come uno tsunami, per cui ti risponderò “nì”.»

 

Mentre dice queste parole, queste confessioni, lo vedo abbassare la testa e riflettere. Forse sta pensando a ciò che Stefania gli ha fatto passare o che gli farà passare perché, non so se voi lo sapevate già, ma l’autrice sta già scrivendo il seguito. Grande eh!

«Sai già che ci sarà un seguito, vero? L’autrice è già al lavoro per la sua stesura. Hai delle aspettative particolari o ti fidi di Stefania?»

«Assolutamente NO! non mi fido neanche un po’ di quell’incosciente! Ho già sbirciato qualche pagina e posso anticiparti che di sicuro deve aver avuto della rabbia repressa che ha sfogato sul pc, perché la situazione è davvero critica! Per di più ha scelto me come suo bersaglio! Ha ben pensato di rendere la mia vita un videogioco, ha messo sul mio cammino una marea di ostacoli, alcuni sono riuscito a scansarli altri no, ma non so se riuscirò a uscirne vivo!

A esser sincero ho capito il suo intento, il titolo del secondo volume racchiude un insegnamento, è una parola che racchiude delle sensazioni che annientano la persona, ma allo stesso tempo la rendono forte. Non posso dirti troppo, ma posso anticiparti che sarà molto più intenso del primo volume, e che soprattutto le sta costando molto portarlo avanti, quelle occhiaie che tenta di nascondere la dicono lunga!»

 

Il suo sguardo si anima e se potesse credo che lancerebbe raggi di fuoco tutti rivolti alla povera autrice! Adesso sì che sono curiosa di sapere che cosa mai gli avrà fatto passare, soprattutto ricordando le ultime pagine di ‘Hold me’… Che angoscia, ragazzi!

«Prima che tu vada, dimmi, hai una citazione preferita del libro?»

«“L’amicizia è come un puzzle, solo poche tessere si possono intersecare tra loro alla perfezione.”

Vedi Giulia, io sono una persona molto egoista, leggera, e anche carica di malizia, ma l’amicizia è uno dei pilastri portanti della mia vita.

Posso sembrare tutto fuorché affidabile, ma quando si tratta dei miei amici sono pronto a rinunciare anche a me stesso, specie se si tratta di una persona in particolare che sa tutto di me, e riconosce le mie bugie con una sola occhiata.

Chi leggerà il libro vedrà una parte di me sempre sorridente, si divertirà e riderà alle mie battute, ma vedrà anche una parte oscura di me, quella in cui sono disposto a tutto per risparmiare un dolore ai mei amici.»

 

Mi ritrovo ad annuire perché quella frase è davvero bellissima, anzi oserei dire pazzesca!

Il personaggio misterioso – stavo per dire il nome, mi sono salvata in tempo xD – si alza e mi porge la mano. Ci salutiamo con la promessa di fargli sapere se qualcuno di voi ha indovinato… mi ha confessato che farà dei giri in instagram per controllare che votiate e partecipiate al sondaggio… Se fossi in voi lo fare perché i suoi occhi magnetici possono affascinare ma, come dicevo prima, anche incenerire in un battito di ciglia! O, perché no, persino congelare!

 


Ecco fatto, io vi ho descritto più che potevo, ora rimane il vostro compito: domani, 1 dicembre 2020 a mezzodì, nelle mie stories comparirà un widget in cui potrete dire la vostra su chi sia questo personaggio misterioso. Chi indovinerà – finite le 24 h – avrà una promo sia nelle mie stories che in quelle dell’autrice. Giochiamo tutti insieme! Vi va?

 

Precedente 'La strega della Fonte' di Sabrina Guaragno Successivo 'Love and Redemption' di Lara Coraglia - recensione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.