Intervista a Maria Luisa Conforti – Autrice di ‘Azheran – Le cronache degli Ejyn’

Buongiorno libromani tanosi,
oggi voglio proporvi un’intervista a un’autrice emergente che apre ufficialmente la mia collaborazione con IO LEGGO AUTORI EMERGENTI, un progetto nato per aiutare gli autori emergenti a pubblicare e a far conoscere le loro storie. Viva la condivisione!

Vi informo anche che il romanzo di Maria Luisa Conforti e tanti altri libri sono acquistabili dal sito Bookshop-letterature d’esordio, il link della pagina Facebook qui. Mi raccomando fateci un salto, anzi più di uno 😍

 

 

La copertina e la Trama:

 

 

Quando la Primordiale Esplosione spezzò il Grande Spazio Cosmico, vennero generati molteplici Universi che continuano tutt’ora a coesistere. Tra questi è presente il Mondo di Azheran, abitato dai Dieci Popoli degli Azharyn, ognuno in grado di manipolare una parte della realtà stessa.
Nelle Mahnès Ejyn-Lha, le Isole dei Signori dello Spazio, il re Nokha governa dispoticamente e l’esercito è ormai a lui fedele. Il regno, tuttavia, è tenuto all’oscuro dell’effettiva situazione e ad opporsi al tiranno restano soltanto i suoi quattro figli. Eppure un terribile destino sembra incombere su di loro. “La morte sarà solamente l’inizio di una nuova vita…”

 

L’intervista.

 

1. Il tuo libro è un fantasy e fa parte della categoria saghe familiari di Amazon e se leggiamo la trama si scopre subito come i protagonisti di questo volume siano il re dispotico Nokha e i suoi quattro figli.

Ti chiedo questo: hai optato per una narrazione divisa in pov (point of view), magari un capitolo a personaggio, o il lettore si troverà di fronte a un narratore esterno?

Il narratore è esterno e onnisciente, la storia è presentata in terza persona. Alcuni capitoli seguono le vicende di un singolo personaggio, altri invece spezzano la narrazione unica per dare informazioni su più protagonisti. Chi narra conosce ogni evento: soprattutto svela notizie sul passato, nonché è attento alla psicologia e al pensiero degli stessi personaggi che sono riportati in prima persona. Ma porta scoprire anche ciò che accadrà nel futuro, facendone alcuni brevi accenni.

Il narratore è una sorta di mio alter ego all’interno del libro. È presente concretamente e si mostra solo nelle primissime pagine, si muove nel fondo dell’intera trama restando nascosto ma conoscendo ogni vicenda che andrà a descrivere.

 

2. La prima cosa che ci troviamo di fronte vedendo il tuo libro è la copertina, ti va di parlarcene? Quello che vediamo è per caso lo stemma della famiglia di Re Nokha?

La copertina rappresenta le due caratteristiche principali degli Ejyn, uno dei popoli che vivono sul Mondo di Azheran: la doppia stella a quattro punte è il loro simbolo, non specifico soltanto della famiglia reale; il fondo, invece, riproduce l’effetto del potere che possiedono gli Ejyn. Potendosi teletrasportare attraverso lo spazio, quando attivano il loro dominio, sprigionano luci e bagliori di quel colore.

 

 

3. << Quando la Primordiale Esplosione spezzò il Grande Spazio Cosmico, vennero generati molteplici Universi che continuano tutt’ora a coesistere […] >>

Questo ciò che leggiamo nella prima riga della trama, mi sorge un dubbio: nel romanzo si andranno a toccare argomenti inerenti anche agli altri Universi creati dalla Primordiale Esplosione o hai in cantiere altri romanzi per farci conoscere i loro misteri?

Nel romanzo si fa riferimento ad altri Mondi presenti negli Universi paralleli a quello in cui si trova Azheran. Soprattutto ci sono alcuni accenni a un “Mondo dei Mortali” di cui non si conosce il nome ma che effettivamente è la nostra Terra.

Alcune scene invece sono ambientate nell’Ásaheimr, un regno all’interno degli Heimar. Questo Mondo si trova nell’Universo degli Eterei del Nord. Sostanzialmente ho ripreso, in questo primo libro, la mitologia norrena riadattandola secondo le mie esigenze. Gli Eterei all’interno del romanzo sono in realtà degli esseri che i Mortali in seguito hanno definito come divinità.

Però posso anticipare che si saranno altri romanzi, slegati da questa serie, che toccheranno da vicino le storie degli Eterei mentre sui Mortali c’è già un’idea concreta che spero possa essere al più presto messa in opera. Sarebbe una trilogia, scritta a quattro mani, e ambientata in un futuro molto lontano dal nostro.

 

LA MAPPA DI AZHERAN!

 

4. Ho avuto modo, tramite l’anteprima che Amazon permette di scorrere del romanzo, di vedere che nelle prima pagine vi è caricata una mappa dei territori di Azheran, sei stata tu a disegnarla? A chi dobbiamo l’onore di poter toccare con mano ciò che tu hai creato nella tua mente?

Le mappe, nonché l’alfabeto che è presente nell’appendice a fine libro, sono state disegnate da Francesca Pia de Santis riadattando le mie bozze create con un programma al computer.

 

5. Vorrei far conoscere ai miei lettori quali eventi, fiere, news hai in serbo per noi. Cosa puoi dirmi di ciò che accadrà a te e alle terre di Azheran?

Per adesso non so a quali eventi o fiere la mia casa editrice porterà il libro, ma sto organizzando una piccola presentazione nel mio paese. Inoltre posso già anticipare che il secondo volume è in fase di revisione, con molta probabilità uscirà nei primi mesi del prossimo anno, e che il terzo (conclusivo di questa prima parte) è in stesura.

 

 

Qui finisce l’intervista di Maria Luisa Conforti, leggetela con attenzione e se volete leggere il suo romanzo cliccate subito qui, dai 😍

Vi ricordo che al dì di questa intervista non ho ancora avuto il piacere di leggere ‘Azheran’ ma che ho intenzione di inserirlo nella mia wishlist 😊

Seguite il progetto IO LEGGO EMERGENTI, mi raccomando!

 

Precedente Piacere di scrivere si veste di nuovo! Successivo 'Penelope' di Franco Lorenzetti edito dalla Ventura Edizione - Recensione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.