‘Audace’ di Carmen Weiz – recensione

Rieccomi libromani tanosi per parlarvi di un altro libro di Carmen Weiz, questa volta il protagonista sarà Olie, venite a conoscerlo nel profondo, dove ogni paura batte al ritmo del suo cuore.

Titolo: Audace’
Autrice: Carmen Weiz
Genere: thriller romance
Editore: Quest
Formati: cartaceo, digitale
Pagine: 393

Trama:

In quanti modi diversi ci si può camuffare? Dietro a quante maschere ci si può nascondere? Per quanto tempo lui riuscirà a fare il doppio gioco? Vivendo nella penombra, dissimulando, sfidando costantemente il destino? Tic… tac…. tic… tac…Mettendo la sua vita in pericolo, collaborando con il SIC – Servizio di Informazioni della Confederazione Svizzera. Cercando di fermare uno spietato maniaco, in perenne lotta contro il tempo. Sapeva che innamorarsi sarebbe stato uno sbaglio,ma lei… lei non era come tutte le altre donne, non chiedeva niente in cambio, prendeva solamente ciò che desiderava; anche lei indossava delle maschere e quando tutte le maschere cadranno niente sarà più come prima.

 

Recensione tanosa

Eccomi qua, come annunciato nella recensione a ‘Mistificami’, ora vi aspetta il mio parere del terzo libro della serie Swiss Stories di Carmen Weiz. In questo libro troviamo Olie, il migliore amico di Adam e Thomas, che si dovrà scontrare con dei nemici armati, pericolosi e senza vergogna per ciò che fa creare loro un destino pieno di soldi. Parliamo dei peggiori criminali, uno in particolare, che gli darò del filo da torcere.

Come si evince dalla trama scopriremo, man mano che i capitoli vanno avanti, il doppio gioco che Olie porta avanti tutto il tempo, sia lavorando sotto copertura sia nella vita, ogni minuto può essere rubato a quel tic… tac… che sente costantemente rimbombargli in testa. Ma non gli importa, ormai crede di non poter volere niente di più, ma si sbaglia… Arriva lei… lei che forse conosce già un poco… lei che gli ruberà il cuore e la testa… lei che è diversa da tutte le donne che ha conosciuto…
Ed ecco che anche in ‘Audace’ arriva quel romance che rende unici i thriller di Carmen e che fanno sognare, ne sono certa, i fan delle Swiss Stories!

Di questo libro ho apprezzato particolarmente l’entrare nella testa di Olie, un personaggio che prende sempre più piedi man mano che si va avanti e la storia inizierà a riguardarlo da vicino.

Tutto è intrecciato, niente è dimenticato.

 

Precedente 'MISTIFICAMI' di Carmen Weiz - recensione Successivo 'Nessun colpevole' di Oscar Licio - segnalazione campagna Book Road

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.